No al salario minimo, incentivi per i rinnovi contrattuali. Alla strategia del governo manca un dettaglio: i soldi

huffpost

Economia

10 Maggio 2023

No al salario minimo, incentivi per i rinnovi contrattuali. Alla strategia del governo manca un dettaglio: i soldi

Per difendere i lavoratori dall’inflazione, la ministra Calderone si affida alla riduzione del cuneo fiscale e alla contrattazione collettiva: allo studio la detassazione degli aumenti in caso di rinnovo dei contratti. “Ma bisogna valutare le risorse disponibili”

di Luca Bianco

Al fianco della riduzione del cuneo fiscale, il governo pensa a una tassazione agevolata sugli aumenti retributivi frutto di rinnovi contrattuali. Ecco le carte che l’esecutivo mette in campo per ridurre l’impatto negativo dell’inflazione galoppante sul potere d’acquisto delle famiglie. Lo ha confermato la ministra del Lavoro, Marina Calderone, intervenuta alla Camera durante il Question Time del mercoledì pomeriggio. Oltre alla difesa del potere d’acquisto dei lavoratori, la riduzione delle tasse sugli aumenti è pensata anche per incentivare la chiusura di numerose vertenze di rinnovo.

https://www.huffingtonpost.it/economia/

No al salario minimo, incentivi per i rinnovi contrattuali. Alla strategia del governo manca un dettaglio: i soldiultima modifica: 2023-05-11T10:45:31+02:00da sagittario290