Telecamere di sorveglianza e guardie giurate, la ricetta di Mom per un’autostazione più sicura

Sicurezza

28 Novembre 2014

Telecamere di sorveglianza e guardie giurate, la ricetta di Mom per un’autostazione più sicura

Sei telecamere attive 24 ore su 24 e due guardie giurate nelle ore di punta, oltre a figure di supporto ai controllori come carabinieri in congedo

Eleonora Biral

TREVISO — Sei telecamere attive 24 ore su 24. Occhi elettronici pronti a catturare episodi di violenza e i volti dei protagonisti. E, in più, vigilanza privata all’autostazione di Treviso. è di 40mila euro l’investimento di Mom (mobilità di Marca) che ha l’obiettivo di alzare il livello di sicurezza delle aree della stazione delle corriere. “Possiamo dire di aver fatto tutto il possibile – spiega il presidente di Mom, Giulio Sartor -. Siamo impegnati, anche con il sostegno della Provincia, ad instaurare rapporti di collaborazione con le associazioni di volontariato che abbiano la giusta preparazione, come i carabinieri in congedo, per aumentare la sicurezza a bordo degli autobus”.

L’impianto di videosorveglianza è costituito da sei telecamere (tre fisse e tre mobili) che coprono l’intera area dell’autostazione. La registrazione delle immagini è già operativa e sarà attiva 24 ore u 24 tutti i giorni dell’anno. Le immagini sono legate a una postazione di controllo presente negli uffici Mom e, a breve, anche alla polizia locale. Oltre agli occhi elettronici, stazioneranno nella zona due guardie giurate negli orari di punta per i viaggiatori (dalle 12 alle 14), almeno fino al 10 giugno 2015, con la chiusura delle scuole.

“Questa delle corriere è un’area che vorremmo spostare in una più vocata – dice il presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro -, più vicina alla stazione dei treni per migliorare anche la qualità della vita cittadina. Stiamo lavorando con l’amministrazione comunale per questo progetto a lunga scadenza. Vogliamo di fatto creare una relazione nel sistema di trasporto di ferro e gomma”. “Insieme all’assessore alla sicurezza Roberto Grigoletto – aggiunge il sindaco di Treviso, Giovanni Manildo – proponiamo che venga sottoscritto al più presto da parte di tutte le autorità competenti, Prefetto, Questore, Presidente della Provincia e Sindaco un patto per la sicurezza”.

http://www.trevisotoday.it/cronaca/nuove-telecamere-stazione-corriere-treviso.html

Telecamere di sorveglianza e guardie giurate, la ricetta di Mom per un’autostazione più sicuraultima modifica: 2014-11-29T11:45:36+01:00da sagittario290