Vigilante fermato dalla Polstrada si uccide sparandosi al petto

Cronaca

Martedì 20 Maggio 2014

Vigilante fermato dalla Polstrada si uccide sparandosi al petto

Il dramma a Reana dopo l’inseguimento a folle velocità sulla Udine-Tricesimo: la vittima è un 56enne di Tarcento

di Elena Viotto

UDINE – Tragedia nella notte in Friuli: muore suicida davanti agli agenti di polizia un vigilante di 56 anni. Pare stesse andando a velocità molto elevata sulla Udine-Tricesimo con la vettura dell’Italpol per verificare un allarme alla ditta Quality bicycle di Reana. Una pattuglia della Stradale di Tolmezzo gli ha intimato l’alt, ma lui ha proseguito e gli agenti lo hanno inseguito a sirene spiegate fino all’area commerciale di Reana davanti al negozio ripulito e già oggetto di furti nei giorni scorsi.

Lì gli agenti della polizia lo hanno raggiunto e gli hanno chiesto i documenti. Quello che sembrava un normale controllo si è però trasformato in tragedia: non trovando la patente il 56enne ha afferrato la pistola d’ordinanza e si è sparato al petto. L’allarme al 118 è partito immediatamente. Per il vigilante, che abitava a Tarcento, non c’è però stato niente da fare. Chi conosceva la vittima è rimasto incredulo: era un professionista apprezzato e tranquillo: un anno fa aveva però perso un figlio in circostanze tragiche.

http://www.gazzettino.it/NORDEST/UDINE/udine_vigilante_
reana_suicidio/notizie/700172.shtml

Vigilante fermato dalla Polstrada si uccide sparandosi al pettoultima modifica: 2014-05-21T12:00:07+02:00da sagittario290