Esselunga, supermercato rapinato da due ‘dipendenti infedeli’

Cronaca

5 Febbraio 2013

Esselunga, supermercato rapinato da due ‘dipendenti infedeli’

Non avevano nessun precedente, lavoravano regolarmente ma di nascosto buttavano nei sacchi neri dell’immondizia articoli di vario genere. Sono stati scoperti

di S.M.P.

esselunga pitteri-2.jpgAvevano un regolare permesso di soggiorno, un lavoro in una ditta di pulizia e nessun precedente, per questo sorprende la storia di questi due egiziani di 49 e 40 anni, dipendenti della Team Service, una cooperativa che da anni opera nel settore dei servizi.

E’ lunedì e sono le 22, orario di chiusura del supermercato Esselunga di via Riccardo Pitteri a Nordest di Milano. I due egiziani stanno eseguendo le pulizie dei locali del negozio quando – secondo quanto raccontato dai carabinieri – sono stati notati da un addetto alla vigilanza mentre nel sacco nero dell’immondizia gettavano articoli di consumo vario: candeggina, yogurt, giocattoli, profumi e altro. Per un valore totale di 199 euro.

L’uomo è intervenuto per farsi consegnare la merce ma è stato spintonato dai dipendenti improvvisamente diventati balordi. Fuggiti verso l’esterno del locale i due sono stati bloccati da altri due addetti alla sicurezza, ne è nata una colluttazione. Pochi istanti dopo i carabinieri erano sul posto. Per i ladri sono scattate le manette per rapina.

http://lambrate.milanotoday.it/rapina-esselunga-via-pitteri-5-febbraio-2013.html

Esselunga, supermercato rapinato da due ‘dipendenti infedeli’ultima modifica: 2013-02-06T10:45:00+01:00da sagittario290