GATTINARA: vigilantes privati contro la “banda del buco”

Cronaca

Monday 31 May 2010

GATTINARA: vigilantes privati contro la “banda del buco”

SINDACO.jpgVigilantes privati per garantire la sicurezza delle notti gattinaresi. Questa volta modiva e vandali non c’entrano. A far paura ai gattinaresi è la «banda del buco». Quella che apre decine di garage, con una semplicità simile a quella con cui si scoperchia un barattolo di latta .

Già oggi sono iniziati gli incontri tra il sindaco Carlo Riva Vercellotti e i responsabili delle società di sicurezza privata, per valutare come organizzare i turni di sorveglianza notturna.

Ad oggi – dice Carlo Riva Vercellotti – non so se le telecamere della videosorveglianza installate dalla Comunità collinare (a Gattinara ce ne sono una dozzina) sono attive e se funzionano. Ho chiesto da alcune settimane una relazione alla polizia municipale sulla loro efficacia, ma non ho ancora avuto risposta. L’altro giorno, ho spedito una seconda lettera in cui sollecito un riscontro sul discorso telecamere e per capire se i vigili intendono fare dei servizi notturni, visto quello che sta succedendo”.

Giovedì notte, a Gattinara, si è consumato il secondo atto della razzia nei garage dei palazzi. Al condominio Erica, in via Vittorio Veneto, è stata rubata un’auto, attrezzature da lavoro, autoradio e bottiglie di vino.

Sette i garage aperti, tutti con la stessa tecnica. Con una cesoia si ritaglia una mezzaluna vicino alla maniglia, si inseriscono le dita e si sblocca la levetta interna che permette di ruotare la manopola per l’apertura.

Molte prese d’aria, invece, risultano forzate, probabilmente con un cacciavite o un piede di porco, per vedere dall’esterno con una torcia il contenuto del box auto.

“Ho incontrato i carabinieri e il comandante dei vigili. Se la Collinare volesse programmare il servizio di controllo notturno, saremmo ben lieti, ma dato che hanno problemi di organizzazione interna – dice Riva Vercellotti – chiederemo a delle società private.

Visto che diversamente non si riesce a intervenire, ci attiviamo noi come Comune”.

Oggi il sindaco ha incontrato le ditte per capire come strutturare il servizio, che deve essere fatto di notte, con continuità e nei giorni feriali. “E’ evidente – aggiunge vercellotti- che se avvengono razzie di questo tipo è perché non ci sono controlli di alcun genere. Tra l’altro, Gattinara è un crocevia e statisticamente è più soggetta a furti”.

GATTINARA: vigilantes privati contro la “banda del buco”ultima modifica: 2010-06-01T12:00:00+02:00da sagittario290