Sorbolo, un tavolo per la sicurezza

PROVINCIA-EMILIA

26/10/2009

Sorbolo, un tavolo per la sicurezza

1256581546727_0.jpgNei giorni scorsi si è riunito per la prima volta il tavolo organizzato dall’amministrazione comunale per discutere del tema della sicurezza nel territorio sorbolese. La riunione si è svolta nella sala consiliare del municipio di Sorbolo; oltre al sindaco Angela Zanichelli e all’assessore alla sicurezza Marco Tagliavini, ha partecipato anche l’assessore provinciale Gabriele Ferrari. Erano presenti inoltre il comandante della Polizia Municipale Gianfranco Rizzato, il parroco don Giuseppe Montali, la preside dell’Istituto Comprensivo Elena Conforti e diversi rappresentanti del mondo del volontariato, delle attività commerciali, delle aziende. Nel corso del dibattito sono state esposte anche le iniziative e le misure che l’amministrazione comunale ha messo in campo per contrastare furti, vandalismi e micro-criminalità e gli indirizzi e i progetti che sono in fase di studio per il futuro.

«La presenza numerosa ed attenta delle persone invitate all’incontro, ci ha confermato dell’utilità di questo confronto – ha commentato il sindaco – Le forze dell’ordine, la scuola , la parrocchia, le associazioni di categoria ed il volontariato hanno potuto confrontarsi su un tema centrale come quello della sicurezza. Dagli interventi dei presenti è emerso in particolare l’orientamento a privilegiare, da subito, il lavoro in due direzioni: il primo è la ricerca di un’intesa con i gestori delle attività produttive (commercianti, artigiani ed industriali) al fine di poter disporre di un servizio fisso di vigilanza in alcune ore del giorno e della notte; il secondo riguarda la prevenzione del disagio giovanile, spesso correlato con il ripetersi di atti vandalici, a danno del patrimonio pubblico e privato. In queste due direzioni lavoreremo col massimo impegno, ricercando soluzioni concrete e condivise con tutti gli interlocutori e con quanti lavorano già in questa direzione».

«In merito alla prima proposta – precisa l’assessore Tagliavini – si potranno prendere le mosse dalla positiva esperienza di “Estate Sicura” maturata con la vigilanza notturna privata integrata con i turni della polizia municipale. Il pattugliamento notturno e la possibilità per i cittadini di segnalare ad un numero telefonico le situazioni anomale presunte tali infonde sicurezza e aiuta a superare l’ansia che può provenire dalle notizie veicolate dai media. Nel frattempo l’ufficio di polizia municipale dovrà andare a pieno organico ed aumentare le iniziative di contrasto dell’alta velocità e della guida in stata di ebbrezza messe in campo grazie al lavoro comune con la locale stazione dei Carabinieri e con la Polizia Provinciale. Lo spirito costruttivo di questo consesso – ha concluso Tagliavini – rappresenta il polso della volontà dell’amministrazione e della società di scendere in campo a fianco dei più deboli, dei casi sociali  e dell’intenzione di adottare in alcuni casi la necessaria severità».

Sorbolo, un tavolo per la sicurezzaultima modifica: 2009-10-27T11:30:00+01:00da sagittario290