ROMA: SAVIP, UNO SPRECO L’UTILIZZO DI GUARDIE GIURATE NEI CAMPI NOMADI

08-05-09

ROMA: SAVIP, UNO SPRECO L’UTILIZZO DI GUARDIE GIURATE NEI CAMPI NOMADI

1816982751.jpg(ASCA) – Roma, 8 mag – ”Solo un grosso business per certi operatori della vigilanza privata, quelli che notoriamente occupano patti imprenditoriali e di consenso. Nessuno pero’ si chiede a cosa serva sostituire con guardie giurate sfornite di qualsiasi potere di controllo gli agenti della Polizia municipale che oggi piu’ efficacemente possano vigilare i campi nomadi della capitale”. Lo sostiene, in una nota, il segretario nazionale del SAVIP (Sindacato Autonomo Vigilanza Privata), Vincenzo del Vicario.

”Mentre con i poteri di Polizia Giudiziaria degli agenti della Polizia Municipale e’ possibile controllare i documenti delle persone ed i veicoli da esse utilizzate – spiega il comunicato -, una guardia giurata dovra’ assistere inerme a qualsiasi traffico illecito, essendo la sua funzione limitata alla sola custodia dei beni. Cio’ significa che a fronte di un regalo milionario agli istituti di vigilanza e del disimpegno di vigili urbani che potranno tornare ad accrocchiarsi agli incroci cittadini, il cittadino che paga le tasse vedra’ azzerato il valore aggiunto di sicurezza e legalita’ che poteva essere assicurato solo dalla Polizia Municipale”.

”Trasmetteremo, dunque, il contratto di appalto alla Corte dei Conti – conclude quindi il segretario nazionale del SAVIP – per far verificare dalla competente Procura se questo uso distorto delle risorse pubbliche sia suscettibile di negativa valutazione come noi fortemente crediamo”.

red/mcc/ss

ROMA: SAVIP, UNO SPRECO L’UTILIZZO DI GUARDIE GIURATE NEI CAMPI NOMADIultima modifica: 2009-05-09T11:00:00+02:00da sagittario290