Lazio/ Savip: grande spreco le guardie giurate nei campi rom

CRONACA

Lazio/ Savip: grande spreco le guardie giurate nei campi rom

Del Vicario: “Manderemo contratto alla Corte dei conti”

news_1207.jpgRoma, 24 apr. (Apcom) – E’ solo un grosso business per alcuni operatori della vigilanza privata. “Nessuno però si chiede a cosa serva sostituire con guardie giurate sfornite di qualsiasi potere di controllo gli agenti della Polizia municipale che oggi più efficacemente possano vigilare i campi nomadi della capitale”. Così afferma in una nota Vincenzo Del Vicario, segretario nazionale del Savip, il sindacato autonomo delle guardie giurate. “Mentre con i poteri di polizia giudiziaria degli agenti della municipale è possibile controllare i documenti delle persone ed i veicoli da esse utilizzate, una guardia giurata dovrà assistere inerme a qualsiasi traffico illecito, essendo la sua funzione limitata alla sola custodia dei beni – continua Del Vicario – Ciò significa che a fronte di un regalo milionario agli istituti di vigilanza e del disimpegno di vigili urbani che potranno tornare ad accrocchiarsi agli incroci cittadini, il cittadino che paga le tasse vedrà azzerato il valore aggiunto di sicurezza e legalità che poteva essere assicurato solo dalla municipale”. Il segretario del Savip annuncia che trasmetterà il contratto di appalto alla Corte dei Conti per far verificare dalla competente Procura “se questo uso distorto delle risorse pubbliche sia suscettibile di negativa valutazione come noi fortemente crediamo”.

Lazio/ Savip: grande spreco le guardie giurate nei campi romultima modifica: 2009-04-25T11:30:00+02:00da sagittario290