Sulla sicurezza Casale sta a guardare?

Politica

25/4/2008

Sulla sicurezza Casale sta a guardare?

cdbeecae5e3d4f1663643028065a8a83.jpgIl Popolo della Libertà si fa sentire sulla spinosa vicenda della sicurezza. E Casale Monferrato è al centro di una forte polemica sulla questione. “Mentre  leggiamo da più parti di come i Sindaci e le Amministrazioni locali dei Comuni come Vercelli, Asti, Novara e Alessandria”, spiega Nicola Sirchia, Coordinatore Cittadino di FI-PdL “si stiano muovendo con decisione e in varie direzioni per cercare di garantire più sicurezza ai propri cittadini, a Casale tutto tace e da parte del Sindaco Mascarino e del suoi Vice Crisafulli vi è la solita, imprudente e deleteria sottovalutazione della questione.”

Sirchia, poi, incalza sottolineando come all’Ordine del Giorno, vi siano “fenomeni malavitosi fino a poco tempo fa impensabili e che adesso hanno portato una variazione in senso molto negativo della vita dei casalesi”.

L’Ordine del Giorno azzurro ha seriamente impegnato l’Amministrazione a dedicarsi, soprattutto, alla formazione di corpi di polizia ben preparati, a puntare ad uno scambio fra Polizia  locale e forze di Polizia nazionali, a valorizzare il lavoro degli istituti di vigilanza privata e a promuovere la cosiddetta “vigilanza passiva”, cioè l’installazione di videocamere senza far venir meno il controllo di determinate zone “a rischio” e, soprattutto, l’istituzione di una Commissione Consiliare dedicata al problema sicurezza, aperta ai contributi degli esperti di settore che lavori all’approfondimento delle problematiche cittadine ed  elabori proposte e progetti in tema.

Sulla sicurezza Casale sta a guardare?ultima modifica: 2008-04-26T11:38:00+02:00da sagittario290