L’ex brigatista Zucca dall’ergastolo alla libertà

Edizione Nazionale

Domenica 16 Marzo 2008

TERRORISMO

L’ex brigatista Zucca dall’ergastolo alla libertà

MILANO – Clotilde Zucca, l’ex br ‘Sandra’ della colonna torinese, condannata all’ergastolo, ha ottenuto la liberazione condizionale. Lo ha deciso il Tribunale di Sorveglianza di Milano che ha preso atto dell’«intervenuto ravvedimento» e della volontà di offrire il risarcimento del danno ai parenti delle vittime. Risarcimento che, però, è stato rifiutato.

Arrestata nel corso di un’operazione tra Cuneo e Torino nel novembre dell’82, Clotilde Zucca, allora 27enne e considerata dagli investigatori «nuova leva» del terrorismo, venne accusata di aver fatto parte del gruppo che un mese prima, il 21 ottobre, uccise Antonio Pedio e Sebastiano D’Alleo, due guardie giurate di 26 e 24 anni, durante una rapina in una banca torinese. La donna, anche se non materialmente responsabile del duplice omicidio, nell’86 con gli altri della colonna, venne condannata al carcere a vita. Negli anni ’90, dopo la concessione del lavoro esterno al carcere, aveva ottenuto il beneficio della semilibertà: gestiva, e pare gestisca tuttora, un negozio e si è dedicata al volontariato. Un percorso che ha influito sulla decisione dei giudici. Di recente, infatti, è arrivata la liberazione condizionale. Secondo i giudici della Sorveglianza, l’ex brigatista ha dimostrato di essersi ravveduta: ha preso le distanze dall’esperienza del terrorismo dimostrando la consapevolezza della gravità del reato commesso e del dolore arrecato. Inoltre, come impone la legge, Clotilde Zucca ha offerto il risarcimento dei danni ai parenti delle due vittime: circa 40 mila euro ciascuno, l’equivalente di una porzione di un immobile ereditato da poco. Il massimo, a quanto pare, che era riuscita a mettere insieme. Ora, in base alla legge, l’ex br dovrà trascorrere cinque anni in libertà vigilata osservando alcune prescrizioni. Al termine se non saranno state segnalate violazioni, la pena sarà considerata espiata.

L’ex brigatista Zucca dall’ergastolo alla libertàultima modifica: 2008-03-17T14:55:00+01:00da sagittario290
Reposta per primo quest’articolo