BOLOGNA: VIOLENTO’ RAGAZZINA CON SCUSA RITO MAYA, GUP LO MANDA A PROCESSO


BOLOGNA: VIOLENTO’ RAGAZZINA CON SCUSA RITO MAYA, GUP LO MANDA A PROCESSO

Bologna, 28 giu. – (Adnkronos) – Per avere la casa dal Comune convinse la madre a darle la propria figlia di 13 anni per un rito propiziatorio Maya durante il quale andava ”sacrificata” una vergine. In realta’ l’uomo, Antonio Laneve, una guardia giurata di 40 anni originaria di Taranto, picchio’ e violento’ la ragazzina nel suo appartamento di Casalecchio di Reno, comune alle porte di Bologna, proprio nel giorno del suo compleanno. Per ”comprare” il suo silenzio dopo la violenza le regalo’ un paio di scarpe. Per quella vicenda, avvenuta circa due anni fa, oggi il 40enne e’ comparso davanti al gup di Bologna, Milena Zavatti, che l’ha rinviato a giudizio accogliendo le richieste del pm Enrico Cieri.

BOLOGNA: VIOLENTO’ RAGAZZINA CON SCUSA RITO MAYA, GUP LO MANDA A PROCESSOultima modifica: 2007-06-29T11:20:00+02:00da sagittario290