Via i portinai, arrivano le guardie della Padova Controlli


PADOVA

UNIVERSITÀ

Giovedì, 13 Luglio 2006

Cambio della guardia, è proprio il caso di dirlo, alla portineria del Bo.I "vecchi" portinai, in servizio nella sede di palazzo di via VIII febbraio da oltre un decennio, sono infatti stati avvicendati dalle guardie giurate della società Padova Controlli.
«Lo scorso 29 giugno – racconta Nazzareno Trabuio, per tutti "Neno", in servizio a palazzo del Bo da quasi dieci anni – ci è arrivata una lettera di trasferimento esecutivo dal primo luglio, senza nessun preavviso, senza nessuna motivazione.«Non discuto la legittimità del provvedimento, però in fondo anche ai pacchi postali danno qualche giorno per arrivare a destinazione».
«A me – prosegue Trabuio, ora dirottato alla portineria del nuovo complesso chiamato Torre Archimede, davanti al lungo Piovego – piacerebbe conoscere il motivo di un atto così repentino.«Dopo tanti anni eravamo diventati un punto di riferimento non solo per i professori, ma anche per il personale tecnico-amministrativo, per gli studenti e i goliardi.«l nostro posto ora al Bo è stata messa la sorveglianza della Padova Controlli, se questa è la prima immagine che dà un'università, con le guardie giurate ai suoi sportelli Comunque la maniera in cui è avvenuto questo trasferimento rispecchia cos'è diventata oggi l'università, dispiace dirlo e rendersene conto, ma siamo solo numeri».
«E' la prima volta – dice Osmano Clementi, coordinatore delle Rappresentanze Sindacali Unitarie – che l'università agisce attraverso un atto d'imperio di questo genere, attraverso un ordine d'esercizio esecutivo dalla sera alla mattina.«Secondo noi le cose andavano fatte in una maniera più consona».

M.B.

Via i portinai, arrivano le guardie della Padova Controlliultima modifica: 2006-07-14T12:24:18+02:00da sagittario290