Portavalori Domande in attesa di risposta

Giovedì 27 Aprile 2006

n

Portavalori Domande in attesa di risposta

Caro direttore, spiace doverle chiedere uno spazio, ma riteniamo che le puntualizzazioni del signor Francesco Gamba, titolare della Fidelitas, sulla rapina subita da un loro furgone pecchino per genericità ed eccessiva vaghezza. Le nostre domande – che attendono ancora risposta – sono: è vero che sul furgone era trasportato circa un milione e mezzo di euro (v. Ansa del 29/3/2006 h. 18.47)? Il furgone portavalori era dotato almeno di doppia tecnologia di sicurezza (allarme satellitare e sistema macchiatura delle banconote – v. circ. Min. Int. 23/6/2003)? Se la risposta alle domande precedenti fosse negativa, perché non è stata disposta una scorta? Il furgone era in grado di lanciare un allarme radio? In quanto tempo la Centrale dell'Istituto ha girato l'allarme a chi operava sul territorio? Come sono custoditi i furgoni e come può essere stato fissato un fumogeno proprio in prossimità del motore? Come hanno fatto i malviventi ad aprire la cassaforte del furgone, se il personale non deve essere in possesso delle relative chiavi? Oltre a suscitare questi interrogativi, tuttavia, la cronaca dell'episodio tradisce tutta l'inadeguatezza delle disposizioni iperliberiste emanate, in questi ultimi anni, dal Ministero dell'Interno, che hanno favorito solo gli interessi economici dell'imprenditoria e della committenza.

Catia Bellandi segretario provinciale del Savip

Portavalori Domande in attesa di rispostaultima modifica: 2006-04-28T11:38:18+02:00da sagittario290