Novedratese, multe ai clienti delle prostitute

Data articolo:   19-07-2008

Novedratese, multe ai clienti delle prostitute

262acdc4a2e1469f7576ed904394da16.gifI clienti delle lucciole sulla Novedratese rischiano di incorrere da questa sera nella più classica delle infrazioni del codice della strada, una bella contravvenzione di 74 euro. Multe per divieto di sosta ai clienti delle prostitute.
Con questo espediente il sindaco di Novedrate vuole combattere quella che è diventata una vera e propria piaga per il territorio.
Il leghista Maurizio Barni, alla guida di una lista civica appoggiata dal centrodestra, da tempo stava pensando a una soluzione del problema e ora va all’attacco con due iniziative parallele.
«Purtroppo conosciamo molto bene la situazione – spiega Barni – I nostri residenti sono esasperati. La prostituzione porta degrado e terreno fertile anche per un altro tipo di criminalità. Si sono verificati numerosi furti e atti di vandalismo. Cercavamo un mezzo inattaccabile per affrontare la questione e ora pensiamo di averlo trovato».
Il primo atto del sindaco riguarda un’ordinanza in vigore da questa sera fino a metà ottobre che vieta la sosta lungo tutta la Novedratese, la via Vecchia Canturina e la cosiddetta Ciclopedonale, due strade che attraversano la Provinciale e che ogni notte si trasformano in alcove per gli automobilisti.
Dal divieto di sosta sono esclusi naturalmente i residenti.
«I clienti delle prostitute e le stesse lucciole generano problemi di sicurezza – aggiunge il sindaco – Il divieto vale dalle 23 alle 6. Si basa su due banali articoli del codice della strada. Se gli agenti della polizia locale troveranno auto in sosta nelle strade indicate nell’ordinanza, anche con persone a bordo, eleveranno le contravvenzioni».
Lei sarà con la polizia locale questa prima notte di vigilanza’
«Proprio sabato si sposa il vicesindaco, ma farò il possibile per fare qualche passaggio insieme con la polizia locale».
Non farà come Fabrizio Matteucci, il suo collega di Ravenna che fotografava anche le targhe delle auto dei clienti delle lucciole’
«La nostra non è un’iniziativa per creare l’attenzione dei media. E poi, attenzione, le multe per divieto di sosta non sono l’unica iniziativa che abbiamo varato. Una convenzione con un istituto di vigilanza privata garantirà la sorveglianza delle zone con maggior presenza di prostitute. Dalle 23 alle 3 sono previsti dieci passaggi dei vigilantes in cinque punti strategici, come il sottopasso, il parco giochi e la ciclopedonale».
Ne ha parlato con il prefetto e con gli altri sindaci della zona di questa ordinanza, dato che avete avuto alcuni incontri’
«No, al momento si tratta di un’iniziativa solo del nostro Comune, in vigore da domani (oggi per chi legge, ndr) al 15 di ottobre. Poi vedremo. Qui la situazione diventa insostenibile soprattutto durante l’estate, quando il numero delle prostitute, in particolare di colore, raddoppia o triplica rispetto all’inverno. E con le ragazze aumentano anche i clienti, le auto, i pericoli e il disturbo della quiete». I clienti delle prostitute sono avvisati.

 

Paolo Annoni